Nel “fare teatro” le persone prendono coscienza del proprio mondo interiore e del rapporto con il proprio corpo, imparando ad esercitare un controllo sulle proprie emozioni, superando difficoltà ed insicurezze. L’attività teatrale intende inoltre spronare il potenziamento delle capacità creative e ricreative, facilitando i rapporti interpersonali.

A questo scopo, dalla collaborazione con gli educatori, gli ospiti delle strutture della cooperativa Cils e il regista Roberto Fabbri – a conclusione del laboratorio multidisciplinare iniziato a settembre 2018 – è andato in scena al Teatro Bonci il 12 maggio scorso lo spettacolo “IL BENE NON FA RUMORE”, con grande apprezzamento del pubblico presente.

Una rappresentazione in 5 atti con finale plenario che ha visto coinvolti sul palco operatori e ragazzi disabili, in un viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta dei valori genuini dati dal bene, alla base dell’essere umano, a dispetto del tanto rumore che il male nel mondo produce, purtroppo amplificato dai social e dal bombardamento di informazioni superficiali e superflue.