Accordo con Mutti, CILS si espande nel parmense

Da qualche mese la Cooperativa Sociale CILS ha avviato un importante accordo di fornitura di servizi con Mutti, l’azienda parmense leader nel settore dei derivati del pomodoro. «La collaborazione», dichiara il responsabile commerciale della Cooperativa Luca Santi, «è cominciata nel novembre scorso ma, se non fosse stato per la pandemia, avrebbe avuto inizio addirittura un anno fa ad è il frutto di un lungo lavoro di conoscenza e stima.»

L’accordo riguarda il servizio di pulizia civile ordinaria della sede centrale della ditta Mutti a Montechiarugolo e della sede logistica “Red Store”, sempre nella stessa città, con sette lavoratori della Cooperativa CILS coinvolti.

«L’aver raggiunto questo rilevante traguardo», prosegue Sarti, «oltre a renderci orgogliosi, dà vita a nuovi e molteplici scenari e stiamo valutando di aprire una succursale a Parma nel prossimo futuro in modo da incrementare la nostra presenza sul territorio, al fine di inserire nuovo personale con disabilità per altri incarichi, ad esempio per la manutenzione del verde.»

La CILS è dunque pronta a espandersi anche fuori dal Cesenate, dove opera da ben 47 anni. «Era un obiettivo a cui stavamo pensando da un po’ di tempo», chiarisce Santi, «e che, grazie a questa commessa, si è realizzato. Un grande risultato che permette di far conoscere e apprezzare in altre località i valori fondanti, la storia, i principi sociali e la professionalità acquisita nell’organizzazione e gestire più servizi contemporaneamente.»

Per il Presidente CILS Giuliano Galassi, «raggiungere un cliente affermato a livello internazionale come Mutti non è stato semplice ed è merito di un importante lavoro di squadra. Pertanto, sono molto soddisfatto per quello che stiamo organizzando e devo ringraziare Mutti se il rapporto che si è creato sta funzionando al meglio, senza sentire la distanza.»

Articoli correlati

Avanti, c’è posto… nel Capanno di Gil

Avanti, c’è posto… nel Capanno di Gil

Giornate intense per Gil e i suoi amici, indaffarati ad accogliere non solo ospiti ma anche una troupe di RAI Tre. L’idea nata l’anno scorso, nel settembre 2021, con l’intenzione di coinvolgere la comunità cesenate, è stata un vero successo, con oltre 23mila euro...

leggi tutto