Nuovo consiglio direttivo per la cooperativa CILS

Negli spazi di Welldone CILS Social Food si è tenuta la presentazione agli organi di stampa dei nuovi incarichi direttivi


Il giorno successivo alla nomina ufficializzata nel corso dell’assemblea dei soci, si è tenuta mercoledì 21 settembre negli accoglienti locali di Welldone CILS Social Food la presentazione ai mezzi stampa della squadra alla guida della cooperativa: il nuovo presidente, Luigi Mondardini, il nuovo vice presidente Luca Santi, e la conferma della direttrice generale Angela Robbee del Consiglio di Amministrazione formato anche da Aldo Ferretti, Angela Giunchi, Cesare Trevisani (unico assente per impegni fuori sede), Marco Bardho e Barbara Spazzoli.


Nuova direzione (e direzioni)
Un’occasione conviviale per conoscere i nuovi componenti, in un dialogo sincero e aperto, sul presente ma soprattutto sul futuro della cooperativa, tenendo conto della sua storia e dei traguardi raggiunti nella consapevolezza che occorre prendere atto delle criticità con un necessario ripensamento e riposizionamento dei ruoli e delle attività.
“Una valutazione obiettiva che comporta un nuovo modo di ragiona-re – spiega il neo eletto presidente Mondardini – ed un cambio di prospettive.”

Collettività è la parola d’ordine La priorità rimane, come è sempre stata, la valorizzazione delle persone però il metodo va cambiato, alla luce dei risultati ottenuti, concentrandosi non sulle singole esigenze ma sui servizi per la collettività. La cooperativa è una realtà sociale, non è individuale, pertanto il progetto va condiviso con tutti i soci, riportando al centro il senso di appartenenza e la responsabilità del proprio ruolo.


Fondamentale è la formazione
“Ognuno deve esprimere al meglio le proprie potenzialità, trovando la giusta collocazione nel lavoro – prosegue Mondardini – per un rapporto rinnovato con tutta la base sociale. Una lettura in positivo della situazione che chiaramente mostra la necessità di un cambiamento, nel rispetto della tradizione e rimanendo fedeli alla mission della cooperativa.”


Una squadra di cui tutti i soci fanno parte con le persone speciali al centro
Creando le condizioni, istituzioni e privati insieme, per un impiego lavorativo retribuito e dignitoso per le persone fragili, si esce dalla politica dell’assistenzialismo e si sviluppano le infinite opportunità che l’esperienza e la competenza della cooperativa sociale CILS può offrire, anche e soprattutto nel settore dei servizi.
“Sono tanti i casi di successo – aggiunge con orgoglio il neo vice presidente Luca Santi – di collaborazione con aziende che hanno scelto di assumere i nostri ragazzi per mansioni lavorative nelle quali si sono dimostrati alla pari, se non migliori, dei colleghi normodotati.


Una vera integrazione è possibile, a vantaggio di tutta la comunità
Nel corso del tempo la realtà della cooperativa sociale si è evoluta e ha richiesto un adattamento di visione riguardo alle esigenze e alle aspettative, mantenendo però ben salde certezza e fiducia: “La nostra mission – continua Santi – non è mai cambiata e rimane il valore fondante. Grazie alla competenza acquisita sul campo e all’aiuto e al sostegno di tutti, abbiamo dimostrato che inclusione sociale e lavorativa non solo è possibile ma porta beneficio alla comunità intera. Sono tanti i progetti che stiamo sviluppando per continuare a crescere in questa direzione”.

Nella foto (da sx): Marco Bardho, Barbara Spazzoli, Angela Robbe, Luigi Mondardini, Luca Santi, Aldo Ferretti e Angela Giunchi.

 

Nuovo consiglio direttivo per la cooperativa CILS

Articoli correlati

Avanti, c’è posto… nel Capanno di Gil

Avanti, c’è posto… nel Capanno di Gil

Giornate intense per Gil e i suoi amici, indaffarati ad accogliere non solo ospiti ma anche una troupe di RAI Tre. L’idea nata l’anno scorso, nel settembre 2021, con l’intenzione di coinvolgere la comunità cesenate, è stata un vero successo, con oltre 23mila euro...

leggi tutto